Alla scoperta della collana Sorbonne di Edizioni Clichy

di esthergreewood

Cari lettori,
il mese di Luglio prosegue con Clichy edizioni, ospiti dell’IndieBBBCaffè.
La scorsa settimana vi ho parlato di un libro della collana Gare du Nord che si occupa di letteratura francese contemporanea. Oggi invece sono qui per farvi scoprire un’altra perla di questa casa editrice: la collana Sorbonne. È una collana che si occupa di biografie di personaggi importanti: da Totò a David Bowie, da Albert Einstein a Francis Bacon; ce ne è per tutti i gusti.

I libri di questa collana che ho letto in questi giorni sono biografie dei miei autori preferiti: Sylvia Plath e Raymond Carver.
I volumi si possono dividere principalmente in tre parti: la prima parte è una vera e propria biografia del personaggio, quindi a partire dalla data di nascita fino al giorno della sua morte. Tutti gli eventi salienti.
La seconda parte si occupa del pensiero: vi è un’analisi critica a cura di esperti; nel caso de Il lamento della regina (Sylvia Plath) la cura è di Leonetta Bentivoglio, mentre per L’incisore della vita (Raymond Carver) è di Antonio Lanza. Il pensiero dell’autore emerge chiaramente.
L’ultima parte si chiama Pensieri e parole: corredate da immagini ci sono poesie, frasi o racconti dell’autore. A coronare il tutto vi è anche una bibliografia, ottima per noi bibliofili che cerchiamo continuamente spunti.

Sono libricini di circa cento pagine ma incredibilmente completi. Ho trovato nuove informazioni su questi due autori e allo stesso tempo ho avuto l’occasione di confermare alcune mie teorie sulla percezione di alcuni scritti.

Non vedevo l’ora di leggerli e ringrazio Clichy per avermeli donati.

Voi avete altri libri di questa collana? O magari avete qualche amore letterario da approfondire?